Articolo scritto da

12 Commenti

Page 1 of 1
  1. Alberto
    Alberto at |

    Le bilance di precisione non costano poi così tanto,
    io l’ho presa su internet per 7€ compreso il trasporto!

  2. anonimo
    anonimo at |

    Basta pensarci sopra cinque minuti per capire che la soluzione proposta è una follia. Gli errori introdotti sono sicuramente maggiori delle quantità desiderate.

    Vuole sapere come si pesano 0.1 g di lievito di birra? Lo scrivo solo perché magari le torna utile…
    Si pesano 10 g di lievito di birra, si sciolgono in 1000 g di acqua e della soluzione formatasi si pesano 10 g. Il tutto con una semplice bilancia elettronica che ormai tutti hanno in casa e che pesa benissmo quantità come 10 g. Naturlamente le quantità di lievito da “diluire” e la quantità di acqua possono essere variate a piacimento. Il resto del modo fa così.

  3. Aldo
    Aldo at |

    Grazie alberto, non sapevo che costassero così poco ora, quella della foto circa 2 anni fa era stata pagata 80€. Buono a sapersi

    Per quanto riguarda il commento del sign. Anonimo, non avevo pensato a quel sistema, interessante. Anche se come sistema contempla il fatto che bisogna buttare via del lievito (e alcuni potrebbero sostenere che é invece una follia buttare via del lievito per effettuare una pesata, preferendo invece il sistema proposto). Modellare un frammento di lievito a forma di cubo con 5mm di lato per avere 0,1g di lievito è piú veloce da farsi che da dirsi, come é piu preciso di quello che puó sembrare. Poi si può sempre fare un cubetto leggermente piu grande e gestire eventualmente la lievitazione / fermentazione, che si fosse attuata troppo celermente, con la temperatura esterna (aiutandosi ad esempio con il frigo).

  4. TaTaC
    TaTaC at |

    Trovo l’articolo estremamente interessante, qualcosa del genere lo faccio anche io con il righello senza fare i cubi.

    Se si hanno necessità di misurare quantità cosi minime su ebay o amazon a meno di 10 euro vendono bilancini digitali di precisione che possono tornare utili anche per frazioni di grammo

  5. roberto.scorzoni
    roberto.scorzoni at |

    buonasera Aldo,grazie per i preziosi consigli.Scusami,ma un lato del cubo di 910mm equivale a 91cm di lato,un po’ tantino non credi? anche assumendo per buono il valore di 9,1 cm è sempre tantino,poichè equivarrebbe a quasi 1dm cubo(1lt di lievito)!probabilmente manca qualche virgola nel giusto posto!ciao,scusami di nuovo.roberto.

  6. Irene
    Irene at |

    All’autore del testo, il Signor Aldo.

    Per favore, la prego di correggere la frase “Ma se avrei continuato a basarmi su questa densità”, sostituendo avrei con AVESSI.

    In questo modo il testo, che ho trovato davvero utile, sarà oltre che interessante anche ben scritto.

    Saluti.

  7. Conchita
    Conchita at |

    Ciao Aldo, a proposito di lievito e lievitazione vorrei un consiglio.
    1 mese fa ho preparato per la prima volta un panettone con il lievito di birra, la temperatura ambiente era di circa 26° e la lievitazione è stata perfetta. La settimana scorsa volevo rifarlo, e poiché la temperatura è scesa a 22° e temevo fosse troppo bassa, ho messo l’impasto in una scatola di plastica grande, con dentro un portalampada con lampadina da 25 W e un termometro digitale. Morale della favola per avere una temperatura di 28-30° dovevo accendere e spegnere ogni 10 minuti. Per 6 ore. Che stress! Secondo te, se faccio lievitare l’impasto in frigo, anche 24 ore, è meglio piuttosto che tenerlo ad una temperatura ambiente troppo bassa? Per ora ci sono ancora 20° ma fra un po’ scenderà ad 8-10° e mi piacerebbe fare il panettone anche d’inverno, non solo d’estate. 🙂 Oppure sai dove comprare una specie di cella di lievitazione casalinga che non richieda una laurea in ingegneria elettronica?

  8. Conchita
    Conchita at |

    Ciao Aldo, grazie per avermi risposto. Purtroppo il termostato che hai acquistato tu non è più disponibile. Ne ho acquistato un altro da un negozio (35 € sigh) e si è rivelato un mezzo bidone, ha rilevato la temperatura per le prime 2 lievitazioni, la terza, la più importante….. non ha funzionato, e quindi mi sono arrangiata con il vecchio metodo. Il giorno dopo prima di impacchettarlo per portarlo indietro, l’ho riprovato e…. funzionava. ????? Non me lo spiego, non posso restituirlo perché ora funziona, ma so di non potermi fidare. Mha. Comunque grazie davvero, sei stato di grande aiuto. A presto. 😉

  9. Sam
    Sam at |

    Il valore “0.455 mg/mm^3″ è sbagliato. La densità è massa/volume: se un cubo di 1 cm di lato (1cm^3 o 1000 mm^3 di volume) pesa 2.2g, allora la sua densità sarà 2.2 g/cm^3 o 2.2 mg/mm^3 e non 0.455 che è invece 1/2.2 ed è quindi espresso in mm^3/mg che non è la densità ma è il volume specifico.
    Infatti nella formula”(Peso desiderato in g x 100)*0,45 = Lato del cubo in mm” se fai l’analisi dimensionale per ottenere un volume in mm^3 devi fare: peso*volume specifico = (g*1000mg/g)*(mm^3/mg) = mm^3: volume.
    Prova del 9: (2.2g*1000)*0.455=1000mm^3=1cm^3.
    Se 0.45 fosse espresso in mg/mm^3 come ha scritto lei, non otterrei dimensionalmente un volume ma una massa^2/volume che non significa niente.
    Inoltre quello che ottengo è il volume in mm^3 che è diverso dal “lato del cubo in mm”, infatti:
    (volume di un cubo di lato L) = (L [mm])^3= L^3 [mm^3]
    Se infatti si calcola la densità dai dati in tabella varrebbero sempre valori diversi se si tenesse conto che quelli scritti siano valori di lunghezza di un lato del cubo, come ha scritto lei:

    3g/(1.4cm)^3=1.1 g/cm^3
    5g/(2.3cm)^3=0.41 g/cm^3
    8g/(3.6cm)^3=0.17 g/cm^3

    Quei valori sono invece quelli del volume, infatti ne risulterebbe coerentemente sempre una densità di 2.2 g/cm^3 circa:

    3g/1.4cm^3=2.1 g/cm^3
    5g/2.3cm^3=2.2 g/cm^3
    8g/3.6cm^3=2.2 g/cm^3

    Quindi dalle foto e dai dati sembrerebbe che il suo lievito abbia una densità di 2.2g/cm^3, però calcolando da quelli che ho avuto a casa, disponibili in commercio risulta:
    Lievital lievito fresco: densità = 25g/(4cm*3cm*1.6cm)=1.3g/cm^3;
    Lievito fresco Gist 257 rapido: densità = 500g/(11cm*6cm*6cm)=1.3g/cm^3


Warning: Use of undefined constant www - assumed 'www' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 205

Warning: Use of undefined constant fysis - assumed 'fysis' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 205

Warning: Use of undefined constant it - assumed 'it' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 205

Warning: Use of undefined constant www - assumed 'www' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 206

Warning: Use of undefined constant fysis - assumed 'fysis' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 206

Warning: Use of undefined constant it - assumed 'it' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 206

Warning: Use of undefined constant www - assumed 'www' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 207

Warning: Use of undefined constant fysis - assumed 'fysis' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 207

Warning: Use of undefined constant it - assumed 'it' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 207

Per favore commenta con il tuo vero nome e con linguaggio adeguato

Scrivi un commento