Articolo scritto da

58 Commenti

  1. elena
    elena at |

    ciao a tutti!
    sapete se posso usare la soia fresca per fare il tofu? l’ho appena raccolta dall’orto…
    grazie mille!

  2. Andrea
    Andrea at |

    Aldo, ho seguito la ricetta per la preparazione del tofu.
    Il problema é che non si riesce a far coagulare la soia, o meglio la coagulazione é molto blanda e l’aspetto finale é piú simile ad una crema piuttosto che a dei fiocchi.
    L’unica differenza é che ho preparato il latte con la Vegan Star VR100 a partire da 120gr di soia secca (soia gialla biologica presa su Tibiona) separando l’okara con un colino.
    Ho provato sia con ammollo di 12 ore della soia (programma 2 della Vegan Star) sia senza ammollo come indicato nel manuale per la preparazione del tofu (programma 1).
    Ho provato ad aumentare la quantitá di nigari (a partire da 1 cucch e mezzo), ad usare limone e aceto di mele.Ho provato con il livello min e massimo di acqua nella Vegan Star.
    Ho aggiunto il coagulante dopo aver portato ad ebollizione il latte e continuato a mescolare per qualche minuto, ma non ho avuto una separazione netta del siero. Ho provato a lasciare riposare a fuoco spento ma nulla.
    Con la stessa soia gialla e stesse quantitá riesco ad ottenere tranquillamente dello yogurt.

  3. andrea
    andrea at |

    Ciao Aldo,

    grazie per il supporto.
    Dopo aver provato un’altra confezione di Soia Biologica presa in un negozio Biom senza successo, ho provato con la Soia Speciale per Tofu di Tibiona ed ora ho ottenuto la coagulazione in fiocchi (130gr soia secca, Acqua Livello Minimo Vegan Star, Programma 2 e poi Programma 6 applicato 2 volte per rendere più sostanzioso il latte)
    Ho lasciato in pressione nello stampo per tofu il panetto per circa 30 minuti, e poi ho messo il panetto in frigorifero a bagno in acqua per 24 ore.
    Il problema è la consistenza, l’aspetto è molto granuloso e non si riesce neanche a tagliarne una fetta senza distruggerlo, dunque o si mangia in briciole o intero (il panetto era di circa 430gr).

  4. Irene
    Irene at |

    Ciao Aldo
    Ho commesso un errore nella conservazione del NIGARI, nel senso che mi piaceva molto conservato nella sua busta originale sigillata piuttosto che in un barattolo di vetro, così l’ho lasciato li è ora, anche se la scadenza sarà nel 2015, mi si è ” sciolto”…..ed è diventato liquido!! Posso usarlo lo stesso o devo per forza buttarlo? Ne ho parecchio che ha fatto questa fine…..sigh!!!!!

  5. elena
    elena at |

    ciao, vorrei chiederti una cosa
    ho fatto oggi il tofu usando la soia decorticata per tempeh è venuto pochissimo tofu: 300gr su 500gr di soia secca, l’ammollo è durato 20 ore circa ma da subito mi sono accorta che l’acqua si era colorata come se fosse già latte, come se avesse già estratto le sostanze essendo l’acqua di ammollo l’ho buttatta, non avendo nemmeno lavato la soia prima può essere che le proteine siano finite nell’acqua e che per questa soia ci voglia un ammollo molto breve?

  6. elena
    elena at |

    @aldo
    purtroppo no, il problema non è la macinatura l’errore che ho fatto, perchè era in effetti macinata molto fine.
    però ho fatto una prova, avevo dell’altra acqua dell’ammollo della stessa soia che ho usato per il tempeh, invece di buttarla l’ho messa in pentola portata ad ebollizione, ho spento e aggiunto 13gr di nigari umido, purtroppo era tutto quello che avevo, mescolato con poco liquido caldo; ho coperto ed aspettato un pò, bè ha cagliato, il tofu ottenuto è poco, finissimo e molto bianco, ma c’è.
    purtroppo faccio qualche errore ultimamente e non è colpa della soia, perchè ho provato anche a cambiarla, ma mi capita sempre che produca poco.
    ho pensato che forse sia colpa del nigari che facilmente si carica di acqua e perde di potere, così lo mescolo sempre con il limone, ma è inutile.
    pazienza, per non perdere niente recupero il siero per impastare il pane e adesso sto tentando di fermentare l’okara con il tempeh, spero che ne venga fuori qualcosa di buono.


Warning: Use of undefined constant www - assumed 'www' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 205

Warning: Use of undefined constant fysis - assumed 'fysis' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 205

Warning: Use of undefined constant it - assumed 'it' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 205

Warning: Use of undefined constant www - assumed 'www' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 206

Warning: Use of undefined constant fysis - assumed 'fysis' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 206

Warning: Use of undefined constant it - assumed 'it' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 206

Warning: Use of undefined constant www - assumed 'www' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 207

Warning: Use of undefined constant fysis - assumed 'fysis' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 207

Warning: Use of undefined constant it - assumed 'it' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/customer/www/fysis.it/public_html/wp-content/themes/path/library/functions/comments.php on line 207

Per favore commenta con il tuo vero nome e con linguaggio adeguato

Scrivi un commento